Mondo

10 cose da fare a Bali tra street food, yoga e cultura

I consigli su cosa fare a Bali scritti dalla nostra writer dall'altra parte del mondo

Costanza Pasqua è la nostra inviata dall’altra parte del mondo. Vive in Australia, a Melbourne (infatti ci ha anche scritto una guida). E visto che Costanza era già lì vicino, abbiamo pensato di farci raccontare (e fotografare) cosa fare a Bali assolutamente.

Se invece sei già deciso a partire, leggi la nostra selezione di 12 meravigliosi hotel a Bali per tutti i budget

Costanza Pasqua

Bali è la meta preferita di quasi tutti gli australiani, perché racchiude in un’isola tutto quello che piace fare a loro: surfare, prendere il sole, fare sport, fare shopping a prezzi ridicoli, comprare birra praticamente gratis e, come dice il tatuaggio sulla chiappa di un mio amico, party hardy, tradotto anche come fare molto casino.

Bali è la meta preferita per surfare, prendere il sole, fare sport, fare shopping a prezzi ridicoli, comprare birra praticamente gratis e fare party hard

Tante Bali

Tempio / © Costanza Pasqua

Bali è un’esplosione di coloriprofumi, persone e traffico, moltissimo traffico e motorini ovunque. Nonostante questo, a seconda della vacanza che cercate, Bali ha tutto:

  • se siete dei surfer provetti, Uluwatu sarà il vostro posto preferito;
  • se pensate anche voi di tatuarvi party hardy su di una chiappa, allora il vostro posto sarà Kuta;
  • se vorreste visitare l’Australia ma non ci siete ancora riusciti, Seminyak vi teletrasporterà come per magia in mezzo agli australiani;
  • se siete dei patiti dello yoga e a Bali non volete fare altro che ritrovare voi stessi e bere lassi al mango, allora Ubud vi aspetta.

10 cose da fare a Bali

Una volta scelta la vostra meta, però, ci sono 10 cose che dovete assolutamente fareper dire ai vostri amici, quando tornate, che avete davvero vissuto Bali. Pronti?

1 – Comprate una maglietta Bintang in uno dei negozietti di Kuta o Uluwatu

Bintang è il nome della birra indonesiana più bevuta sull’isola, quella che sembra più acqua che birra, ma che costa così poco che insomma magari ne prendo un’altra, un’altra ancora, ed ecco che vi ritroverete a contrattare con la signora del negozio sul prezzo di una maglietta Bintang. E se non è una maglietta può essere un braccialetto, una cavigliera, dell’incenso, del che ne so io.

Mettiamola così: anche se la maglietta non dovesse piacervi, contrattare con un balinese sul prezzo è comunque una cosa che dovete fare per poter dire di aver davvero vissuto Bali.

8 – Affittate un motorino, e girate per Uluwatu e Ubud. Non girate per Kuta che vi vorrei vedere vivi

I balinesi hanno un solo mezzo di trasporto: il motorino. Intere famiglie si muovono su un solo motorino scassato, sorpassando macchine, altri motorini, di tutto e di più. Affittare un motorino è a vostro rischio e pericolo, soprattutto nelle zone più trafficate come Seminiak e Kuta. Ma affittarlo a Ubud e Uluwatu è meno pericoloso, visto che le strade sono meno trafficate, e, con il vostro motorino provvisto di porta-surf, andare in giro per il paradiso dei surfisti e esplorare le spiagge sarà ancora più divertente. Così avrete davvero vissuto Bali!

Questo articolo è stato originariamente pubblicato da Costanza Pasqua su trivago Magazine in data 9 agosto 2014.


Guarda i commenti