Vacanze poco sobrie... gli hotel di-vini!

Di , 17 settembre 2015

Non so voi, ma io sono cresciuta tra le dolci e profumate colline del Prosecco e in questo periodo un po’ tutti dalle mie parti si mettono i guanti, imparano ad usare una forbice da vite e cantano tra i filari dei vigneti. Le strade sono costellate di trattorini traboccanti di uva bianca e nera, i contadini in coda chiacchierano tra un sedile e l’altro, le mogli li raggiungono con i panini per pranzo, le strade un po’ puzzano di mosto ma quando poi tutto finisce… quell’aria un po’ ti manca.

Avete presente di cosa sto parlano? Se sì, mi capirete. No? È un gran peccato, dovreste assolutamente provare a vivere questa stagione dell’anno. Scrivo questo post proprio per questo, è tempo di vendemmia e sono qui per aiutarvi a scegliere la zona migliore dove immergervi nella tradizione, negli usi e i costumi, nel buon vino e nel cibo genuino.

Ecco una selezione di wine hotel, tra cui scegliere in base al vostro calice preferito:

Aglianico | Bardolino, Soave, Amarone | Barolo | Brunello di Montalcino | Cannonau | Chianti | Donnafugata | Prosecco


Barolo


Torniamo a nord, a pochi chilometri da Alba, nel cuore della regione della Nutella… ah no, ooops… del Barolo. Qui nelle cene tartufate o tra le pietanze di selvaggina si usa abbinare un profumato e tanto amato vino rosso granato, il Barolo.

La struttura che abbiamo selezionato si trova a Castiglione Falletto (nel centro della zona di produzione) e vanta alcune tra le cantine più famose (Vietti, Paolo Scavino, Cavallotto) ed altre emergenti. Le Torri Hotel collabora con queste cantine per far sì che i suoi ospiti facciano “esperienza sul campo” scoprendo i processi di produzione e partecipando a degustazioni.

Scoprite l’hotel!

[caption id="attachment_48504" align="alignnone" width="1200"]Le Torri - Barolo Le Torri, Barolo[/caption]

All’interno dell’hotel si trova anche un wine shop dedicato ai prodotti locali, ideale per portare a casa un piccolo ricordo di queste terre (e far felici amici e parenti!). Se non sapete come usarli, forse è meglio che, prima di mettervi ai fornelli, passiamo per la cucina dello chef Luca, che propone una cooking school nel pomeriggio.

[caption id="attachment_48506" align="aligncenter" width="1200"]Le Torri - Barolo Le Torri, Barolo[/caption]

Non siete ancora convinti? Qui potete anche noleggiare una Vespa e cantare alla faccia di Cremonini coi capelli al vento mentre andate in giro tra i colli del Barolese (che forse non si dice così, ma insomma… avete capito). Se poi ve la volete tirare ancora di più, potete sempre optare per un giro in mongolfiera! C’è davvero, eh.

[caption id="attachment_48508" align="aligncenter" width="1200"]Le Torri - Barolo Le Torri, Barolo[/caption]

Tornate all’inizio


Bardolino, Soave, Amarone


Avete mai visitato una villa veneta? Guardate la foto qui sotto: immersa nel verde, in più di cento ettari tra vigneti e uliveti, un viale di cipressi e il giardino all’italiana. Più o meno come casa mia insomma, solo che non c’è il mio beagle Toast che fa le buche. Sul citofono purtroppo però non c’è scritto il mio cognome… bensì famiglie Cristoforetti e Delibori. Troverete loro ad aprire le porte di Villa Cordevigo Wine Relais, dimora storica costruita nel ‘700.

La produzione vinicola comprende tutti i grandi vini classici veronesi D.O.P.: Amarone della Valpolicella, Bardolino, Lugana, Custoza, Soave, Valpolicella Ripasso e i grandi bianchi e rossi I.G.P. come il Villa Cordevigo Bianco da uve Garganega e Sauvignon e il Villa Cordevigo Rosso da uve Corvina e Cabernet Sauvignon.

Scoprite l’hotel!

[caption id="attachment_48520" align="aligncenter" width="1000"]Villa Cordevigo - Amarone Villa Cordevigo – Amarone[/caption]

Le camere di Villa Cordevigo Wine Relais & Spa sono dislocate nelle varie parti della tenuta: alcune nella villa padronale, altre nell’ala sopra la barchessa e altre nell’ala nord, tra la villa e la chiesetta. La stanza Romeo & Juliet è l’unica con poetico balcone sui vigneti della tenuta Villabella, dotata di letto matrimoniale e confortevole area salotto, luminosa sala da bagno in pregiato marmo con ampia vasca idromassaggio con cromoterapia.

[caption id="attachment_48516" align="aligncenter" width="1000"]Villa Cordevigo - Amarone Villa Cordevigo – Amarone[/caption]

Nei dintorni della villa sono tantissime le attività possibili: visitare Verona, passeggiare lungo le rive del Lago di Garda, fare trekking sul Monte Baldo, esplorare i vigneti del Bardolino, del Lugana, del Soave e del Valpolicella, i verdi prati della Lessinia, i castelli e le pievi romaniche della provincia veronese.

[caption id="attachment_48518" align="aligncenter" width="1000"]Villa Cordevigo - Amarone Villa Cordevigo – Amarone[/caption]

Tornate all’inizio


Donnafugata


Voliamo in Sicilia, nella terra di vini corposi e famosi come il Marsala, il Nero d’Avola e il Donnafugata. Quest’ultimo ha dato il nome ad un hotel di lusso, 5 stelle nei pressi di Ragusa: Donnafugata Golf Resort & Spa. Immerso nel verde e vicino al mare, con due campi da 18 buche di golf, 900mq di spa e fitness centre, due piscine, tre ristoranti.

Scoprite l’hotel!

[caption id="attachment_48498" align="aligncenter" width="1200"]Donnafugata Golf Resort & Spa - Donnafugata Donnafugata Golf Resort & Spa, Donnafugata[/caption]

Ragusa, Modica, Ibla, Noto e Scicli: sono solo alcune delle città nei paraggi che sono state dichiarate Patrimonio dell’Umanità dall’UNESCO e preservano in maniera unica lo stile barocco siciliano.

[caption id="attachment_48502" align="aligncenter" width="1200"]Donnafugata Golf Resort & Spa - Donnafugata Donnafugata Golf Resort & Spa, Donnafugata[/caption]

Il resort organizza visite guidate in collaborazione con diverse cantine della zona e dispone al suo interno di un wine bar ricavato dall’originario palmento, ovvero il luogo in cui avveniva la pigiatura dell’uva e che esprimeva tutti gli elementi ambientali e culturali della zona in cui si trovava: lo stile produttivo del conduttore, la tipologia e la dimensione del vigneto, nonché gli aspetti climatici. I calici verranno accompagnati dai sapori della tradizione: bruschette, parmigiana, couscous di pesce, formaggi e salumi.

[caption id="attachment_48500" align="aligncenter" width="1200"]Donnafugata Golf Resort & Spa - Donnafugata Donnafugata Golf Resort & Spa, Donnafugata[/caption]

Tornate all’inizio


Prosecco 


“Almeno piovesse Prosecco” si dice dalle mie parti nelle giornate uggiose! Qui il vino è tradizione e negli anni è nata una vera e propria strada del Prosecco che porta da Conegliano a Valdobbiadene, attraverso i colli e le vigne. A Conegliano si trova anche la Scuola Enologica Cerletti, prima in Italia, che ha visto crescere alcuni tra i migliori enologi del Paese.

Lungo la strada incrocerete Follina, cittadina conosciuta per l’Abbazia di Santa Maria, uno spettacolo di architettura risalente al secolo XII. Qui si trova anche Villa Abbazia, raffinato hotel ospitato all’interno di un complesso settecentesco.

Scoprite l’hotel!

[caption id="attachment_49036" align="aligncenter" width="1024"]Villa Abbazia Villa Abbazia, Prosecco[/caption]

Tra le attività che potrete intraprendere: passeggiate a piedi o a cavallo tra antiche strade romane e vigneti di prosecco, biciclettate tra borghi antichi e millenarie pievi o visita alle Ville del Palladio (Villa Maser e Villa Emo sono le più vicine). Inoltre, il suo ristorante stellato offre corsi di cucina per imparare tutti i segreti della gastronomia locale.

[caption id="attachment_49038" align="aligncenter" width="1200"]Villa Abbazia Villa Abbazia, Prosecco[/caption]

Nella belle giornate estive potrete poi godere della terrazza all’ombra degli alberi di limone, tuffarvi nella jacuzzi esterna oppure coccolarvi con un dolce massaggio.

[caption id="attachment_49040" align="aligncenter" width="1024"]Villa Abbazia Villa Abbazia, Prosecco[/caption]

Tornate all’inizio


Chianti 


“Non ti mettere in cammino se la bocca ‘un sa di vino” dicevano da queste parti, quando ancora si vagava a piedi probabilmente! Ma quanto è odioso dover rinunciare ad uno… due… tre… quattro… calici di vino perché poi dobbiamo guidare? Terribile! La mia non è una istigazione al reato penale, bensì un consiglio di dormire in zona.

Ci troviamo a soli 25km da Firenze e Siena, in un castello originario del XII secolo con una proprietà terriera di 300 ettari di vigneti e oliveti: Castello del Nero. Per pranzo potrete recarvi al Ristorante la Taverna, situato nelle antiche cucine del castello, mentre a cena viziarvi al Ristorante La Torre (premiato con una stella Michelin) che utilizza verdure e spezie fresche raccolte direttamente dal loro orto biologico per creare deliziosi piatti gourmet.

Scoprite l’hotel!

[caption id="attachment_48492" align="aligncenter" width="1200"]Castello del Nero - Chianti Castello del Nero, Chianti[/caption]

La cantina ospita oltre 800 etichette, con particolare attenzione ai vini toscani, e offre degustazioni di vino ed olio extravergine d’oliva con il sommelier. Se invece preferite “sporcarvi le mani” per voi lezioni di cucina “A tutta Pasta” tenute dall’executive chef.

[caption id="attachment_48494" align="aligncenter" width="1200"]Castello del Nero - ChiantiCastello del Nero, Chianti – clicca e scoprilo su trivago[/caption]

Ah, fatevi raccontare la storia della Marchesa Teresa. Pare che in alcune suite ci sia ancora una tipologia di letto a baldacchino copia del pezzo originale trovato nel castello e creato appositamente per lei. Uscendo, poi, vi è un romantico percorso attraverso antichi cipressi, ideato per permettere alla Marchesa Del Nero di passeggiare all’ombra e raggiungere il bosco dal castello.

[caption id="attachment_48496" align="aligncenter" width="1200"]Castello del Nero - Chianti Castello del Nero, Chianti[/caption]

Tornate all’inizio


Brunello di Montalcino


Dovreste vederli, mio papà e mia mamma, allo scaffale dei vini del supermercato. Lui guarda adorante quella bottiglia di Brunello sognando di affiancarci una fiorentina al sangue, mentre lei legge le etichette e dice “Aaah Montalcino… ci siamo passati… ti ricordi quanto bella era?”. Ecco, che sia il paese o il vino, ci sarà sempre un buon motivo per passare una notte in queste zone.

La struttura che vi proponiamo si chiama Castello Banfi e dall’alto della collina si affaccia sui vigneti e oliveti della tenuta. Potrete scrutare il panorama toscano degustando i prestigiosi vini dell’enoteca o assaporare i piatti tipici della taverna. Ah, dimenticavo… c’è anche una balsameria! No, non per i capelli… ma per scoprire i segreti dell’aceto.

Scoprite l’hotel!

[caption id="attachment_48532" align="aligncenter" width="1200"]Castello Banfi - Brunello di Montalcino Castello Banfi, Brunello di Montalcino[/caption]

Una particolarità delle stanze è che offrono una linea di prodotti esclusivi di vinoterapia ottenuti elaborando le uve Sangiovese Brunello e studiati per il piacere ed il benessere del corpo. Oltre a questo troverete una magnifica piscina con posizione invidiabile sulle bucoliche vigne di Brunello.

[caption id="attachment_48530" align="aligncenter" width="1200"]Castello Banfi - Brunello di Montalcino Castello Banfi, Brunello di Montalcino[/caption]

L’Enoteca Banfi si trova in un edificio separato rispetto al corpo principale del castello, in quello che in epoca medioevale era un deposito di vino. Al suo interno si può cogliere tutto l’aspetto delle vere botteghe toscane, posti ideali per gustare un calice accompagnato da pecorino, prosciutto, bruschette con olio extravergine e… grappa.

[caption id="attachment_48528" align="aligncenter" width="1200"]Castello Banfi - Brunello di Montalcino Castello Banfi, Brunello di Montalcino[/caption]

Tornate all’inizio


Cannonau


Ricordate quando la mia collega Giulia vi raccontava dei weekend d’autunno in Sardegna? Io sì, e devo dire che mi ha quasi convinta. L’idea di aprire tutte le porte delle botteghe artigiane e delle cantine per chiacchierare con la gente del posto e vivere un po’ della loro quotidianità mi affascina (… porterò un costume in valigia nella speranza poi di scappare per un’ultima tappa al mare!).

Il vino dei vini qui è rosso e si chiama Cannonau ed ora vi proponiamo una vecchia casa colonica nonché azienda vitivinicola e olivicola dove degustarlo: Wine Resort Leda D’Ittiri. Il tocco femminile delle due padrone di casa, madre e figlia, si nota nella cura dei dettagli e nell’arredamento.

Scoprite l’hotel!

[caption id="attachment_48522" align="aligncenter" width="1200"]Leda d'Ittiri - Cannonau Leda d’Ittiri, Cannonau[/caption]

Il resort offre tour di due ore, nei quali i primi 45 minuti sono di camminata tra i vigneti per poi arrivare all’interno dell’oliveto; qui potrete vedere e toccare le piante ed i frutti, oltre a scoprire i sistemi di produzione; al rientro vi aspettano tavoli apparecchiati per la degustazione guidata. La titolare dell’azienda, sommelier e degustatrice di olio, proporrà in degustazione guidata i seguenti prodotti:

  • 4 calici di vino dell’azienda, 1 bianco e 3 rossi
  • Pane tipico con olio di produzione aziendale
  • Diverse tipologie di formaggi e/o salumi in abbinamento ai vini
  • Olive da mensa di produzione aziendale
[caption id="attachment_48524" align="aligncenter" width="1200"]Leda d'Ittiri - Cannonau Leda d’Ittiri, Cannonau[/caption]

L’azienda è inserita all’interno del Parco Naturale di Porto Conte e comprende 18 ettari, di cui 10 sono destinati alla coltura dell’olivo e 7 a quella della vite. Potrete degustare i vini prodotti in azienda insieme all’olio e ai prodotti tipici della zona. Badate bene quando passeggiate, potrete veder scorrazzare nel parco cinghiali, conigli, lepri e daini!

[caption id="attachment_48526" align="aligncenter" width="1200"]Leda d'Ittiri - Cannonau Leda d’Ittiri, Cannonau[/caption]

Tornate all’inizio


Aglianico


Questo vino rosso tanto amato viene prodotto in Basilicata, Campania, Puglia e ama le terre vulcaniche. Venne portato in Italia dai greci, tanto che il suo nome deriva proprio da “ellenico”. Pensate che nel territorio del Vulture sono stati ritrovati vasi, coppe e utensili vari per la mescita del vino spesso decorati con riferimenti a Dioniso.

Andiamo a degustarlo a Maruggio, un piccolo paese medievale nel cuore del Salento ionico. Qui nasce l’idea di creare un’esperienza di viaggio che lega l’ospitalità di charme alla produzione vitivinicola e prende forma il Relais Le Fabriche – Masseria in vigna. Oltre all’Aglianico si producono Primitivo, Negramaro e Malvasia nera.

Scoprite l’hotel!

[caption id="attachment_48536" align="aligncenter" width="1198"]Le Fabriche - Aglianico Le Fabriche, Aglianico – Foto © charley fazio[/caption]

Tra le tante attività proposte:

  • Tour guidato dei vigneti e degustazione di vini e olio aziendali
  • Cooking hands-on workshop o show sui piatti della cucina tradizionale pugliese
  • Pranzo/cena degustazione (a ogni portata viene abbinato un vino aziendale)
[caption id="attachment_48512" align="aligncenter" width="1200"]Le Fabriche - Aglianico Le Fabriche, Aglianico – Foto © Davide Scagliola[/caption]

Se pensate (bene) di raggiungere la località in auto, sarete a soli 10 minuti dalle bianche spiagge della costa ionica. Per chi volesse fare un po’ di sport ed esplorare i dintorni la struttura ha a disposizione delle biciclette.

[caption id="attachment_48514" align="aligncenter" width="1200"]Le Fabriche - Aglianico Le Fabriche, Aglianico – Foto © Adriano Bacchella[/caption]

Tornate all’inizio


Leggete anche…


  1. Weekend d’autunno in Sardegna sulle strade del vino Cannonau
  2. Il Chianti Classico: l’itinerario, gli eventi e gli abbinamenti a tavola
  3. La strada del Prosecco: itinerario enogastronomico in Veneto
Guarda i commenti