#SfidaLowCost Pazza guida su come risparmiare a Malta

Di , 24 aprile 2014

È vero, col primo video della serie #SfidaLowCost, Barcellona, vi siete emozionati, stupiti, commossi, esaltati e toccati. Beh, “toccati” in un senso romantico, anche se il video era proprio bello e non mi stupirei se qualcuno… vabbè, lasciamo stare.

Adesso, col secondo video/capolavoro di questa ineguagliabile serie – non ci crederete ma – sono riuscito a migliorare la perfezione e in più vi mostro quante cose si possono fare a Malta con pochi, pochi denari. Ma prima di continuare a elogiare il mio operato, dovreste vedere il masterpiece appena sotto questa scritta. Così parliamo tutti dello stesso argomento senza confonderci.


Ecco tutti gli episodi della serie:

  1. Barcellona – 200€ (3 giorni tutto compreso – Guardate qui)
  2. Malta – 250€ (4 giorni tutto compreso… anche l’immersione!)
  3. Parigi – 250€ (3 giorni tutto compreso …e trovare una ragazza!? Guardate qui)
  4. 4 giorni a 3.000km con meno di 10cent al km – 300€ (4 giorni tutto compreso – Guardate qui)

E sì, cari amici, siamo andati a Malta. Io e voi. Voi e io. Prego, sono contento che vi sia piaciuto il tour. Fa 1000€. Potete mandarli alla casella postale IT67298 CLGGGSSS.

Non ci ero mai stato prima d’ora anche se sono siciliano e nei 18 anni che ho abitato in terra sicula mi sarebbe bastato prendere un motoscafo per arrivare in quello scoglio lungo 30Km e largo 15.

All’inizio ero un po’ perplesso (sì, prima di partire) e, quando quelli di trivago mi hanno chiamato gentilmente e poi mi hanno costretto ad andare in quel posto, non ero entusiasta.

[caption id="attachment_9436" align="aligncenter" width="1000"]Immersioni a Malta Immersioni a Malta[/caption]

Sapete perché non ci sono mai andato? In tutta sincerità?

Perché a Malta ci vanno i ragazzini lentiggi/brufolosi adolescenti e quelli un po’ più tardoni di 18/25 anni un po’ disadattati che in ritardo bazzicano ancora quegli ambienti; tutte persone che

  1. per la prima volta si allontanano da Mamma e Papà,
  2. dopo la discoteca, vomitano sui parabrezza delle macchine parcheggiate,
  3. in albergo tolgono le sicure degli estintori, che secondo Wikipedia sono delle apparecchiature mobili destinate allo spegnimento di fuochi mediante emissione autonoma di prodotti idonei, ma che loro usano per fare le guerre all’interno dei corridoi dell’albergo,
  4. poi si addormentano in piedi nelle docce, pieni di polveri chimiche e coriandoli.

De gustibus non est disputandum.

Questo era quello che pensavo e, ovviamente, per aggiungere del PC (politicamente corretto), devo dire che non è proprio così male, c’è a chi piacciono quelle cose e sì, in fin dei conti le vacanze possono essere vissute in maniera diversa. Ma, che ci volete fare, io sono sempre superficiale.
Alla fine però ci sono andato anche io e ho pure capito che Malta è un paradiso terrestre finito per caso nel mezzo Mediterraneo ed è poesia; basta sapere dove andare e cosa fare… ma andiamo con ordine.

[caption id="attachment_9432" align="aligncenter" width="700"]Tuffo di Gabriele SaluciCiaf![/caption]

Malta 

Malta è un minuscolo pezzo di terra che offre più di 5000 anni di storia che si possono vivere con la cucina, i musei, i siti archeologici e la simpatia della gente. Sì, la cosa bella è che tutti sono quasi sempre simpaticissimi e disponibili. Sono mezzi greci, arabi, siciliani, inglesi, ecc ecc e di tutti questi sembra abbiano preso le cose migliori. Per vedere questa strana razza di uomini dovete andare per forza a Malta perché di veri maltesi ne esistono poco più di 400 mila e quindi le possibilità di vederne qualcuno libero nel resto del mondo è molto bassa.

[caption id="attachment_9429" align="aligncenter" width="700"]MaltaMalta[/caption]

I maltesi parlano il maltese

Il maltese, che è parlato dai maltesi, è la lingua ufficiale di Malta nonché un idioma molto particolare: è in pratica un dialetto arabo con influenze latine, siciliane e, perché no, infiliamoci anche dell’inglese.

Alla radio potete sentire dire سفاسفصا pastizzi!  ديجبه أشجص abbastanza ايجد أيجي very good.

I maltesi parlano quasi tutti anche abbastanza bene l’italiano e l’inglese. Parlano un milione di lingue.

L’altra cosa strana ma che, a pensarci bene, non è così strana è che è una Repubblica. È uno stato in tutto e per tutto, libero e gestito in piena democrazia dai cittadini. È quasi come l’Italia.

Che cosa vedere in breve

Nel video ho fatto vedere (in parte) le cose più interessanti e quindi non sto qui a scrivere ancora. Se voi siete stati a Malta o avete letto bene di Malta o avete una fidanzata di Malta e nel video credete manchi qualcosa, sappiate che in dieci minuti è impossibile mostrare tutto; sarebbe diventato una delle solite guide strapallose con le classiche immagini statiche che riprendono le cose viste e riviste; invece è una figata assoluta.

E, dopo quest’arrogante premessa, sappiate che l’isola è piccola; in mezz’ora di macchina con la guida sbagliata, se sapete le strade, potete attraversarla da punta a punta. Di conseguenza è possibile vedere quasi tutto quello che c’è in un lungo weekend, come ho fatto io.

[caption id="attachment_9433" align="aligncenter" width="700"]Chiedere indicazioni Chiedere indicazioni a Malta[/caption]

Per tutti i gusti

1. Se siete amanti dei locali e delle ragazze che hanno dimenticato di vestirsi, potete andare a St. Julian, un ex villaggio di pescatori che il destino ha voluto si trasformasse in un paese dei balocchi per i maturandi. Il tutto a pochi chilometri da Valletta.

2. Se siete amanti delle scogliere, delle spiagge, del trekking e di queste cose qui, allora anche per voi l’isola va bene. Ci sono posti tipo Blue Grotto, Dingli Cliffs, l’isola di Comino e tanto altro ancora che fa per quelli strani come voi.

3. Se siete amanti della storia, della cultura, dell’arte e dell’architettura, bravi, bravi, bravi. Complimenti. Siete le persone che mandano avanti la nostra società e, sì, anche per voi va bene Malta. Per quelli pallosi come voi c’è Mdina, che è un paese molto bello, e anche Rabat, o Valletta, la capitale che è piena zeppa di queste cose, e Vittoriosa. Poi ci sono tante cose sparse per l’isola come Ħaġar Qim o Mnajdra (che, per quanto possiate sentirvi colti, non riuscirete mai a pronunciare) ed il National Museum of Archaeology che non ho visto ma se è nationale deve essere importante.

4. Se siete amanti della neve, degli sci, degli orsi polari e delle ragazze norvegesi, anche se ci sono tanti norvegesi che vengono qui in vacanza, mi dispiace, ma avete sbagliato posto. Del resto stiamo parlando di Malta, cosa vi aspettavate?

Avvertimenti

1. A Malta guidare è un casino. E non perché le macchine le costruiscono al contrario e perché di conseguenza si guida dal lato sbagliato della strada ma perché non ci sono indicazioni stradali. E, quando ci sono, o non sono chiare oppure sono state piantate dopo gli incroci.

2. A Malta ci sono tanti serpenti pericolosi e bestiacce di ogni tipo. Non è vero, in compenso ci sono delle capre che si chiamano maltesi, non credo però siano solo a Malta, ma, se volete farvi una cultura sulle capre, http://www.agraria.org/caprini/maltese.htm

Ma veniamo a noi e alla nostra entusiasmante sfida

Ci tenevo a precisare che quelli di trivago mi hanno chiesto gentilmente di interagire di più con la gente del posto perché a Barcellona si vedeva solo la mia brutta faccia.

Per la cronaca ho:

  1. avuto uno scambio di idee con dei ragazzini la prima sera;
  2. parlato con un parcheggiatore e poi in mutande con un signore;
  3. giocato con dei ragazzini maltesi a pallone e sicuramente uno di questi era un mio figlio (si veda il punto seguente);
  4. mi sono sposato.
[caption id="attachment_9420" align="aligncenter" width="700"]Matrimonio Gabriele SaluciIl mio matrimonio maltese[/caption]

Come avrete già capito, ho vinto anche la seconda sfida; lo so che facevate il tifo per me, ve ne sono molto grato e il vostro supporto è stato fondamentale.

Avevo 300€ per quattro giorni e tre notti e i più invidiosi direbbero “vabbè ma a Malta, cioè và, 300€, nel senso, cioè sono tanti soldi, anche io ci sarei riuscito. O Giggi, non è verò, noi ‘nchia a Malta sballo proprio una setti”.

Ebbene sì, possiamo dare ragione a Sole e Giggi che 300€ sono più che sufficienti per girare Malta, in effetti l’isola è piuttosto economica ma io, per i capricci di trivago ho dovuto:

  1. alloggiare per ben 3 notti in un hotel di lusso a 4*;
  2. pagare il volo a/r;
  3. girare tutta l’isola in macchina;
  4. (senza di questa) esplorare le profondità dei mari;
  5. ingerire cibo di ristorante 3 volte;
  6. passare i 4 giorni più belli della mia vita.

1. L’albergo

Quelli di trivago non solo mi hanno detto che sarei dovuto stare in un hotel 4* ma che in più questo doveva avere sul loro sito o la faccina verde o quella verde verde. Io ho trovato il Paradise Bay Resort con la faccina verde, a 33€ a notte. Questo è un hotel nella punta dell’isola e, visto che avevo la macchina, secondo il comma 2 del regolamento, non era un problema, ma anche chi odia le macchine può alloggiare lì, tanto è vicino alla cittadina Cirkewwa ed è collegato bene al resto dell’isola.
Tanto per dire, l’albergo aveva la piscina al coperto (salata, non bevete) e all’aperto, la colazione era inclusa nell’offerta e poi c’era la discoteca, la musica la sera, la palestra ecc ecc.

[caption id="attachment_9417" align="aligncenter" width="644"]Screenshot prenotazione su trivagoScreenshot della prenotazione su trivago[/caption]

2. Il volo

Malta è in mezzo alle… a tutte le rotte turistiche internazionali ed è collegata con tutta Europa. Potete trovare voli low cost che partono sia da molte città italiane che dal resto del vecchio continente. Per fortuna ci arriva anche quella simpatica compagnia irlandese dal nome Ryanair ed è con loro che io sono arrivato a 56€ in quel posticino in mezzo al Mediterraneo.

[caption id="attachment_9418" align="aligncenter" width="249"]Screenshot della prenotazione Ryanair Screenshot della prenotazione Ryanair[/caption]

3. La macchina e le benza

Se per Barcellona il mio amico fidato era quello stupido skateboard giallo accecante, a Malta avrei avuto come fedele compagna di viaggio una stupida macchina rossa accecante che ho affittato per soli 11 e rotti € al giorno tramite Honkcarrental.com. 33€ in totale facendo un semplice calcolo che tutti imparano dalle elementari.

Per sapere invece quanto ho speso di benzina dovreste aver fatto almeno le superiori e il compito sarebbe tipo questo:

Se Gabriele ha girato come un idiota per un’isola lunga 30Km coprendo la distanza inspiegabile di 160Km e considerando che il prezzo della benzina si aggira intorno ai 1.460€/l, con un coefficiente d’attrito dinamico pari a 340 (mu k) e visto che le gomme erano sgonfie con una pressione di 2bar e la temperatura dell’aria era di 20C° con una pressione atmosferica di 320pa, calcola quanto Gabriele ha speso in benzina.

Credo che faccia circa 10€, che siccome erano pochi ne ho dovuti aggiungere altri 3. Quindi 13€. L’ho calcolato grazie alla ricevuta del distributore di benzina, senza scervellarmi in tutti quei calcoli inutili.

Credo che, come dico nel video, la macchina non sia indispensabile ma piuttosto utile. Se è vero che in bus risparmiate tanto perché l’abbonamento costa pochi euro e potete raggiungere tutte le località dell’isola, è anche vero che in macchina o in motorino potete vedere cose che forse neanche i maltesi hanno mai visto perché, sì, vi perderete, vi perderete, vi perderete sempre e vi piacerà un casino.

[caption id="attachment_9421" align="aligncenter" width="700"]Come si guida a MaltaCome si guida a Malta[/caption]

4. Esplorare le profondità dei mari

Da trivago non hanno neanche considerato che per fare delle immersioni subacquee ci vuole una licenza apposita. Mi avrebbero mandato a morire senza nessun problema in un posto anonimo perso nel Mar Mediterraneo, che cari. Per fortuna io ho tutto e so fare la maggior parte delle cose che ci sono su questo pianeta e con la mia super preparazione ero idoneo anche a esplorare le profondità dei mari maltesi. (Ho preso il brevetto per caso alle Canarie un anno fa e da allora non mi ero più fatto neanche il bagno a mare).

Beh, in ogni caso dicono che Malta sia uno dei posti più belli nel Mediterraneo e nel mondo per stare sotto acqua con le bombole e sì, io c’ero e posso dire che è così.

Non sapendo niente di sub e di immersioni ho dato un occhio su internet e quelli che offrivano pacchetti erano tanti. Tra tutti ho preso contatti con quelli di Bezz diving perché avevano il logo più figo di tutti, tante immersioni da fare e i prezzi erano ragionevoli. I proprietari sono due ragazzi: Mark e Franca. Franca è italiana, Mark è di là. Credo siano una coppia. Boh, ma non importa.

L’importante è che alla fine dei conti sono andato con loro giù nel profondo degli abissi e insieme a me c’era un tizio danese che mi ha salvato la vita…

Sì, appena sceso sott’acqua, la mia fidata videocamera ha smesso di funzionare e lui, per caso, ne aveva una identica, equipaggiata meglio della mia da cui ho attinto (che bel participio) tutti i video che avete visto… nel video.

Chi non ha il brevetto per scendere può prenderlo, non so il costo ma potete chiedere, e, come avete visto, andare sott’acqua è figo e ne vale la pena; le loro immersioni partono da 30€ e ci sono diverse offerte.

[caption id="attachment_9422" align="aligncenter" width="700"]Gabriele Saluci sub a Malta Sott’acqua a Malta[/caption]

5. Il cibo e le indigestioni a colazione

Ho mangiato al ristorante diverse volte. Tutti si aspettavano che avrei mangiato pesce e invece… colpo di scena, ho mangiato solo pasta, anche se il pesce costava la stessa cifra ed era sicuramente più buono ma

  1. non mi andava di essere scontato,
  2. perché dovrebbero essere degli estranei a dirmi cosa fare? Il pesce non mi andava e non l’ho mangiato, volevo la pasta.
[caption id="attachment_9427" align="aligncenter" width="700"]Mangiare a Malta Mangiare a Malta[/caption]

 

  • La prima sera sono arrivato abbastanza tardi a Valletta e l’unica cosa che ho trovato aperta era un posto in centro che faceva Hamburger (Badass Restaurant). Ho speso 7,95€.
  • Il secondo giorno mi sono abbuffato a colazione e per pranzo mi è andato bene un panino sulla spiaggia, pagato con l’acqua 4€. Un ottimo prezzo vista la location e considerato che l’acqua era da più di un litro e che il panino era lungo quasi mezzo metro.
  • La sera del secondo giorno ho cenato a Marsaxklosxxsklocc (Matthew’s Bar and Restaurant); ho preso un piatto di penne maltesi ben cotte e saporite per 9,80€ inclusa la Pepsi.
  • Il terzo giorno ho di nuovo esagerato a colazione e per pranzo mi sono portato dall’albergo un panino, simile a quello del giorno prima, per 2,60€.
  • A cena invece sono andato a Marsascala (Stuffed Olive) e ho mangiato dei ravioli con l’acqua (in bottiglia non nei ravioli) per 9,35€.
  • Il quarto giorno, dopo aver esagerato a colazione ho poi preso un panino in aeroporto per altri 3,50€ e la sera ho mangiato a casa mia, nel mio triste alloggio a Torino, ma questo non rientra più nella sfida e non sono affari vostri.
  • Durante la vacanza poi mi sono concesso delle coche sulla spiaggia; dei gelati e altre cagate varie.

Per tutta la vacanza quindi ho speso, secondo le voci sopra, 272,1€, molto sotto i 300 che avevo a disposizione. E, visto che avevo già fatto abbastanza cose belle, ho deciso di risparmiare quei soldi in caso di emergenza in una delle prossime sfide. Considerato che a Barcellona mi sono rimasti 10€ e ora circa 30€, ho quasi 40€ di margine anche nel peggiore dei casi.

[caption id="attachment_9425" align="aligncenter" width="700"]Recap Recap[/caption]

6. Passare i 4 giorni più belli della mia vita

Riepilogando in breve la mia vita, mi sento di dire che questa permanenza non può essere annoverata tra i giorni più belli della mia vita; ricordo con piacere il giorno del matrimonio di mio cugino Carmelo o quella volta in cui l’antipatica della mia vicina di casa è caduta fuori dalla portiera della macchina in curva. Sicuramente però questa vacanza a Malta è stata un’inaspettata sorpresa che vorrò ripetere senza portarmi appresso voi, per i fatti miei e per godere di un po’ di sole e di mare.

Altri consigli low cost

Allora: abbiamo (ho) detto diverse volte che Malta è una meta piuttosto low cost, la vita si vive bene e i prezzi sono ragionevoli quasi ovunque, ma per quelli che cercano come me il modo di ottimizzare meglio i costi, ecco alcune perle.

  1. Come a Barcellona, a Malta è possibile acquistare una card: la Malta Pass, che permette di visitare musei, attrazioni e tante altre cose a prezzi che variano dai 25€ per un giorno o 50€ per tre giorni. Potete trovare tutte le info qui.
  2. Per sapere di più sui prezzi dei musei, gli orari ecc ecc, il sito è questo.
  3. Per risparmiare sulla macchina è bene che il guidatore sia maggiore di 25 anni, mentre per risparmiare sulla benzina ci sarebbero mille cose da dire; per ora limitatevi a non andare troppo veloci e ad evitare di far salire di giri il motore (ma c’è bisogno che dica ste cose?).
  4. I ristoranti hanno tutti prezzi ottimi ma, se proprio non avete soldi, vendono i pastizzi, li avete visti nel video; sono buoni, costano poco e saziano.

Ringraziamenti

Ringrazio Thomas Joergensen per le preziose riprese subacquee e Luca Sgarbossa, senza il suo contributo il video non sarebbe stato lo stesso.

Votate votate votate!

Che dite? Vi è piaciuta di più Malta o Barcellona?

Leggete anche…

  1. La guida alle spiagge più belle di Malta… pronti a sgranare gli occhi? Ecco qui!
  2. La #SfidaLowCost a Barcellona
  3. Cos’è la #SfidaLowCost?
Guarda i commenti