Bruges, un amore di città!

Di , 24 settembre 2014

Premetto, mi innamoro molto più spesso delle città che visito che degli uomini che frequento… se mai ne trovassi uno serio, però, non ho dubbi di dove lo porterei: Bruges!

È stato amore a prima vista: più piccola di Parigi, più tranquilla di Amsterdam, più chic di Vienna Bruges è davvero romantica. Nessun aggettivo migliore per descrivere questo fiore di città che sboccia nelle Fiandre Occidentali, a poco più di un’ora di distanza da Bruxelles.

Resterete incantati dal profumo di waffle artigianali e cioccolata calda, il suono dolce dei canali che la attraversano e la meraviglia del suo centro storico medioevale perfettamente conservato.

[caption id="attachment_23040" align="aligncenter" width="700"]BrugesBruges – Flickr Steve Jurvetson (CC BY-SA 2.0) – cliccate e scoprite Bruges su trivago[/caption]

La città è racchiusa all’interno di un cerchio delimitato da canali e resti di secolari fortificazioni. La stazione ferroviaria (situata nell’estremo sud-occidentale della città vecchia) ha un piccolo ufficio turistico e un parcheggio davvero economico dove lasciare la macchina per 3,50€ al giorno.

Le antiche porte cittadine meritano una visita: la meglio conservata è Kruispoort, seguono Gentpoort, Smedenpoort e Ezelpoort.

Lungo il parco ed il fiume che circonda la città si trovano inoltre quattro splendidi mulini a vento del ‘700. Il Mulino di San Giovanni è collocato su una collinetta da cui si gode uno splendido panorama di Bruges.

[caption id="attachment_23042" align="aligncenter" width="700"]MuliniMulini Bruges – Flickr Giorgio Galeotti (CC BY-SA 2.0) – cliccate e scoprite Bruges su trivago[/caption]

1. Check-in

Tutte le strutture in città sono ospitate negli edifici storici, e si confondono con case e palazzi locali. Benché la visita di Bruges sia spesso associata ad un soggiorno a Bruxelles o altre città maggiori, non fermarsi per godere dell’atmosfera che si respira all’imbrunire sarebbe un gran peccato.

Scoprite su trivago tutte le offerte a partire da 30€ a notte.

[caption id="attachment_23044" align="aligncenter" width="700"]Canali BrugesCanali Bruges – Flickr Wolfgang Staudt (CC BY-SA 2.0) – cliccate e scoprite Bruges su trivago[/caption]

2. Coffee Break

La pasticceria Prestige in Stationsstraat 120 è l’indirizzo ideale per una dolce pausa. In questa sala da tè il tempo sembra si sia fermato e l’anziana ed elegante proprietaria parla inglese, francese e tedesco (…meglio di me!).

3. Don’t miss…

  • Markt: la piazza al centro della quale si innalza il Belfort, ovvero la torre campanaria simbolo della città. Ma prima… concedetevi un’abbondante dose di patatine fritte, così sarete carichi per affrontare i suoi 366 gradini. Al suo interno potrete ammirare gli ingranaggi di un carillon composto da ben 46 campane e la ricompensa per tanta fatica sarà una vista mozzafiato su Bruges e dintorni. Sulla piazza si affaccia inoltre la Corte Provinciale e ogni mercoledì si tiene il mercato.
[caption id="attachment_23046" align="aligncenter" width="700"]MarktMarkt – Flickr Wolfgang Staudt (CC BY-SA 2.0) – cliccate e scoprite Bruges su trivago[/caption]
  • Burg: poco distante da Markt trovate questa piazza nella quale si trova il Stadhuis, municipio più antico del Belgio. Meritano una visita anche la Basilica Sacro Sangue (costituita da due cappelle una in stile romanico e una neogotico), la barocca Proosdij (Prevostura), il Gerechtsof (palazzo di Giustizia) e il Museum Het Brugse Vriije.
[caption id="attachment_23048" align="aligncenter" width="700"]BurgBurg – Flickr stephane martin (CC BY-SA 2.0) – cliccate e scoprite Bruges su trivago[/caption]
  • Cattedrale di San Salvatore: più antico esempio di chiesa gotica belga. È costruita interamente in mattoni e ospita all’interno antichi arazzi ed un organo storico.
  • Musei: se volete immergervi nell’arte fiamminga, il Groeninge Museum ripercorre oltre sei secoli di storia. Se invece preferite l’arte decorativa (argenteria, ceramica, tessuti), scegliete il Gruuthusemuseum.
  • Begijnhof (beghinaggio di Bruges) è un oasi di pace che potrete trovare in Begijnhof 24. All’interno trovate una chiesa e un cortile sul quale si affacciano 30 casette bianche che hanno ospitato le beghine fino al 1928 ed oggi le suore benedettine. Qui vicino si trova il Minnewater, letteralmente “lago d’amore” popolato di anatre ed oche.
[caption id="attachment_23050" align="aligncenter" width="700"]BegijnhofBegijnhof – Flickr Wolfgang Staudt (CC BY-SA 2.0) – cliccate e scoprite Bruges su trivago[/caption]
  • Tra i musei e siti storici va incluso anche l’antico Ospedale di San Giovanni: oltre ottocento anni di storia nella quale suore e monaci si prendevano cura di pellegrini, viaggiatori e malati. Al suo interno potrete trovare le opere dell’artista Hans Memling nonché archivi e strumenti di medicina.
  • Tuttavia, il museo dei musei è lui: Friet Museum. Dove se non in Belgio può nascere un’esposizione dedicata alle patatine fritte? Qui potrete assaggiare delle patatine che sono un’opera d’arte!

4. Tips for…

  • Chocoholic: per una buona selezione di negozi di cioccolato scegliete Katelijnestraat. Tra i negozietti più raccomandati ci sono: “The Choocolate Line”, “Godiva”, “Leonidas” e “Dumon”. Per farvi una cultura sul tema, la meta è “The Chocolate Museum” che trovate in Wijnzakstraat 2.
[caption id="attachment_23052" align="aligncenter" width="700"]GodivaGodiva – Flickr Calvin YC (CC BY-SA 2.0) – cliccate e scoprite Bruges su trivago[/caption]
  • Shopaholic: la principale zona commerciale di Bruges è di circa Zuidandstraat e Steenstraat (…ho visto più Zara a Bruges che a Düsseldorf!). Tuttavia troverete anche molti negozietti caratteristici.
  • Drinkaholic: “The Wall Beer” al 2BE-shop (Wollestraat 53, 8000 Brugge, Belgio ) ospita un’esposizione libera permanente di 1.133 birre belghe.
[caption id="attachment_23054" align="aligncenter" width="700"]The Beer WallThe Beer Wall- Flickr Casey And Sonja (CC BY-SA 2.0) – cliccate e scoprite Bruges su trivago[/caption]

5. Dinner Sounds

Questa lunga passeggiata non può che terminare con una piacevole cena. Il mio consiglio è di lasciarvi trasportare dalle note Jazz del Bistro ‘T Zwart Huis in Kuipersstraat 23. Il locale è molto suggestivo: grandi lampadari e caminetti, legno scuro e lume di candela.

6. Bruges by boat

I tanti canali navigabili hanno reso Bruges un importante centro mercantile in passato e le conferiscono ora un grande fascino. Tra i tanti ponti della città non perdetevi:

  • Conzettbrug: ponte levatoio, ovvero “avvolgibile”, dell’architetto svizzero Conzett.
  • Bargebrug: architettura asimmetrica che collega la periferia alla città attraverso Minnewaterpark.

Bruges by Boat from Matthias Laeis on Vimeo.

7. All around Bruges

  • Mare del Nord: non perdete l’occasione di fare una tappa sul mare. Zeebrugge è il vecchio porto della città e dista circa mezz’ora. Qui potrete passeggiare sulla spiaggia del Mare del Nord e ammirare gli aquiloni. Gli appassionati di kitesurfing potranno godere dell’aria che tira forte sulla costa. Altro paesino sul mare più borghese e curato che si affaccia al mare è Knokke-Heist.
  • Gand: capoluogo delle Fiandre occidentali e terza città del Belgio, si trova a soli 40 minuti di auto da Bruges. La cornice storico-medioevale si unisce allo spirito giovane e cosmopolita dei suoi abitanti e dei locali che ospita.
  • Anversa: a poco più di un’ora di macchina troviamo invece questa sofisticata città d’arte. Essa ospita diversi stili, dai palazzi art-nouveau, alle ville rinascimentali fino a fortezze medioevali.
  • Bruxelles: la capitale dista circa un’ora ed inutile dirvi che merita una visita. Vi cito solo qualche esempio: i quadri di Magritte, le architetture fiamminghe e la cucina tipica.
[caption id="attachment_23064" align="aligncenter" width="700"]by nightBruges by night – Flickr St_Michael (CC BY-SA 2.0) – cliccate e scoprite Bruges su trivago[/caption]

Leggete anche…

  1. Le 5 città più romantiche d’Europa
  2. Parigi: ecco la guida alla capitale francese non con una cartina, bensì “film alla mano“!
Guarda i commenti