Nella patria del Kilimangiaro. La Tanzania e Zanzibar [parte 2]

Di , 16 agosto 2014

Nella prima parte di questo articolo vi ho accompagnati alla scoperta di uno dei luoghi più suggestivi dell’Africa: il Kilimangiaro. Dal grande vulcano spento ci siamo spostati verso un safari nel Serengeti in cerca di bufali, leoni, rinoceronti, elefanti, leopardi e molte altre specie animali rare e affascinanti.

Spesso questo è il primo scenario che viene in mente a chi pensa all’Africa. Non molti immaginano vacanze di mare (ad eccezione di isole come Seychelles o Mauritius) eppure la Tanzania offre anche agli appassionati del genere la possibilità di godere delle bellezze di Zanzibar, un arcipelago composto dalle principali Unguja e Pemba e numerose isole più piccole.

[caption id="attachment_19864" align="aligncenter" width="700"]© giray komurcu - Fotolia.com© giray komurcu – Fotolia.com – cliccate e scoprite Zanzibar su trivago[/caption]

1. Stone Town

La maggior parte dei visitatori si limita a soggiornare ad Unguja che, viste anche le grandi dimensioni, può veramente appagare le curiosità di chiunque. Ma certo anche Pemba, molto meno turistica, può essere una meta da non sottovalutare. La capitale Stone Town è una città dalla storia antichissima dove gli arabi, con la loro cultura, hanno condizionato la vita e lo sviluppo di questo territorio.

[caption id="attachment_19852" align="aligncenter" width="700"]Stone Town - Flickr <a href="https://www.flickr.com/photos/kyletaylor/" target="_blank">Kyle Taylor</a> (<a href="https://creativecommons.org/licenses/by/2.0/">CC BY-SA 2.0</a>) - cliccate e scoprite Stone Town su trivagoStone Town – Flickr Kyle Taylor (CC BY-SA 2.0) – cliccate e scoprite Stone Town su trivago[/caption] [caption id="attachment_19854" align="aligncenter" width="700"]Stone Town - Flickr <a href="https://www.flickr.com/photos/kyletaylor/" target="_blank">Kyle Taylor</a> (<a href="https://creativecommons.org/licenses/by/2.0/">CC BY-SA 2.0</a>) - cliccate e scoprite Stone Town su trivagoStone Town – Flickr Kyle Taylor (CC BY-SA 2.0) – cliccate e scoprite Stone Town su trivago[/caption]

Personalmente, credo che nonostante molta gente scelga Zanzibar per una vacanza tutto mare e relax, magari ospiti di comodi lodge, una visita alla capitale meriti lo sforzo di affrontare una calda giornata. Muniti di scarpe comode, abbiate il coraggio di andare alla scoperta dei vicoli più nascosti abbelliti da porte che sembrano dei veri e propri ricami e tanto altro ancora. Vedrete che ne sarà valsa la pena.

[caption id="attachment_19856" align="aligncenter" width="700"]Stone Town - Flickr <a href="https://www.flickr.com/photos/kyletaylor/" target="_blank">Kyle Taylor</a> (<a href="https://creativecommons.org/licenses/by/2.0/">CC BY-SA 2.0</a>) - cliccate e scoprite Stone Town su trivagoStone Town – Flickr Kyle Taylor (CC BY-SA 2.0) – cliccate e scoprite Stone Town su trivago[/caption] [caption id="attachment_19858" align="aligncenter" width="700"]Stone Town - Flickr <a href="https://www.flickr.com/photos/kyletaylor/" target="_blank">Kyle Taylor</a> (<a href="https://creativecommons.org/licenses/by/2.0/">CC BY-SA 2.0</a>) - cliccate e scoprite Stone Town su trivagoStone Town – Flickr Kyle Taylor (CC BY-SA 2.0) – cliccate e scoprite Stone Town su trivago[/caption]

2. Il mare africano

Capitolo a parte, merita il mare. Spesso mi capita di sentire lamentele di persone che criticano il mare africano poco cristallino o “caraibico”. Il mare africano è dominato dalle maree e bisogna ricordare che molte volte ci può dare la sensazione di essere scappato via. Non vi preoccupate, dopo poche ore tornerà a farci compagnia riappropriandosi di quei centinaia di metri di spiaggia che, per determinati momenti della giornata, svela ai nostri occhi i suoi segreti più nascosti.

[caption id="attachment_19860" align="aligncenter" width="700"]© des25 - Fotolia.com© des25 – Fotolia.com – cliccate e scoprite Zanzibar su trivago[/caption]

3. La Baia dei Delfini

Da non perdere anche una gita alla Baia dei Delfini (dove spesso personalmente ho trovato brutto tempo ma l’incontro con questi cetacei mi ha ripagata del mancato sole), così come altri itinerari che vengono proposti sia dai tour operator che ci ospitano ma anche dai locali che, spesso, sono molto ben organizzati e ci fanno risparmiare rispetto alle proposte degli alberghi.

Ovviamente, si tratta di scelte personali ma l’essere prevenuti nei confronti dei locali, per mia esperienza personale, non è mai il giusto approccio per avvicinarci alle realtà dei luoghi che andiamo a visitare. Al di là della scelta degli alberghi, dei tour operator, delle categorie degli hotel, abbiate sempre la voglia di mettere il naso fuori dal villaggio perchè il mondo ci riserva mille sorprese e sta a noi saperle cogliere nel migliore dei modi.

[caption id="attachment_19862" align="aligncenter" width="700"]© gator - Fotolia.com© gator – Fotolia.com – cliccate e scoprite Zanzibar su trivago[/caption]

Leggete anche… Tutti i capitoli della rubrica di Licia:

Gli articoli di Licia su trivago magazine - cliccate e scopriteli!

  1. Sognando la Patagonia – Into the wild
  2. L’intervista: “Che cosa sognava di fare da grande Licia Colò?”
  3. Nella patria del Kilimangiaro – La Tanzania e il Serengeti [parte 1]

Cercate un hotel a Zanzibar?

Scoprite quali meravigliose strutture sono pronte ad accogliervi in questo paradiso!


Immagine di copertina: © Joachim Huber – Flickr
Guarda i commenti