In viaggio con... Clio Make Up! [Intervista]

By , 24 giugno 2014

Vi ricordate quella ragazzina semplice e sorridente, cresciuta tra le montagne, incantata dalla natura e dai colori, che scopre il mondo partendo dalla Germania?

Heidi??? No, tranquilli, non abbiamo intervistato lei, bensì una versione decisamente più geek & glamour (nonché più abile col blush!).

[caption id="attachment_12575" align="aligncenter" width="397"]via ClioMakeup fun page e Instagram ClioMakeUp_official via ClioMakeup fun page e Instagram ClioMakeUp_official[/caption]

Chi è Clio Make Up? Non ha bisogno di grandi descrizioni: è esattamente la ragazza che avete imparato a conoscere negli ultimi anni tra televisione, blog e YouTube. Lei è la più famosa beauty blogger italiana.

Nata nel cuore delle montagne bellunesi, scopre la passione per i colori ed il disegno già da piccola. Viaggia e lavora fin da giovane nelle gelaterie in Germania con la famiglia e in adolescenza il passaggio da pastelli a eyeliner è breve: il trucco diventa la sua più grande passione.

Fa le valigie con destinazione Milano per studiare Video Design allo IED e qui conosce Claudio, l’uomo della sua vita, con cui decide di trasferirsi successivamente a New York. Inizia quest’avventura, studiando inglese, si iscrive al Make Up Designory per perfezionare le sue conoscenze e decide di dare vita ai suoi fortunatissimi video tutorial Youtube!

1. So che da piccola amavi disegnare, ma… quando e come è nata la tua passione per il trucco?

È nata verso i 14 anni, ero il classico brutto anatroccolo e il trucco era l’unico modo per prendermi un po’ cura di me stessa e sentirmi importante. Ero molto amica di una ragazza del paese che lavorava in profumeria e mi dava sempre i campioncini, li adoravo!

2. Quali luoghi hai chiamato “casa” nella tua vita?

Sicuramente Belluno, prima casa. Poi la Germania, dove ho lavorato per tre anni tutte le vacanze estive con mia mamma in gelateria. Non penso di aver mai chiamato Milano “casa”: sebbene ci abbia vissuto tre anni, non mi sono mai trovata bene… sono sempre stata la tipica “bellunese” non adatta agli aperitivi e alle serate mondane. Ultima è New York, questa è la mia vera casa ora.

[caption id="attachment_12374" align="aligncenter" width="700"]Clio e il suo gatto Clio e il suo gatto[/caption]

3. Quanto NY è stata decisiva nella tua formazione e ispirazione?

Mi ha spronato tanto: sono sempre stata molto timida e non è stato semplice iniziare a lavorare da truccatrice non sapendo bene l’inglese. Ho imparato ad essere più indipendente: partivo “a scatola chiusa” rispondendo agli annunci di chi cercava una truccatrice e ho imparato a cavarmela.

 4. Il tuo luogo del cuore a NY?

La palestra! Ce ne sono tantissimi, potrei elencarti parchi, musei, negozi… ma se devo dirti il luogo dove ora mi sento più bene è la palestra. Sto facendo acqua spinning in una piccola piscina con 15 biciclette e mi sfogo, esco davvero rilassata: mi prendo cura di me stessa e mi fa bene.

[caption id="attachment_12375" align="aligncenter" width="696"]Clio a New York Clio a New York[/caption]

5. Quando hai deciso di dare vita al video blog?

L’ispirazione per il blog l’ha avuta mio marito: collaboriamo tantissimo. Lui ha delle grandissime idee ed era tanto che mi suggeriva di aprire un blog per completare il percorso che stavo portando avanti. Ho provato ed è stata un’idea vincente.

6. Com’è il rapporto con le tue fan? Riesci a gestire il grande seguito di oggi?

Nel blog sì, riesco ad avere un pubblico più contenuto e spesso nei commenti ritrovo le stesse persone, ormai le riconosco. Sui social e su facebook è più difficile perché sono davvero tanti e purtroppo non tutti educati, c’è a chi piaccio e a chi no.

[caption id="attachment_12376" align="aligncenter" width="700"]Clio nelle Marche Clio nelle Marche[/caption]

7. Una vita in viaggio: com’è la valigia (ma soprattutto il beauty-case) di Clio?

Cambia molto spesso, sopratutto in base a se sono in vacanza o in viaggio di lavoro. Se parto per lavoro, ho sempre paura di dimenticare qualcosa, quindi porto veramente di tutto… una valigia solo per i trucchi! Se vado in viaggio, sono molto più contenuta: porto davvero pochissimo… sono in vacanza anche col mio viso! Quello che non può mai mancare è un burrocacao e il trucco alle sopracciglia: ne ho pochissime e per sentirmi a posto le disegno, ovunque io sia.

8. Trucco al mare sì o no?

No, abolito. Secondo me fa proprio male alla pelle! Libere e belle.

9. Bagaglio a mano e il limite di 100 ml: cosa ci consigli di portare?

Su quello sono bravissima! Porto molte più cose in aereo che nel bagaglio in stiva. Sopratutto perché avendo la pelle molto sensibile ho sempre dei campioncini. Sono un amante dei campioncini, li accumulo, ne ho beauty-case interi, per me è una mania! Una crema per gli occhi, maschere sotto gli occhi, burrocacao, tonico, acqua termale, tutto il necessario per essere fresca all’atterraggio.

[caption id="attachment_12377" align="aligncenter" width="700"]Clio in Giappone Clio in Giappone[/caption]

10. Cosa sogna di trovare in hotel una make up artist? Uno che ti ha colpito!

Devo ammettere che sono stata in un sacco di hotel ma ci sono sempre rimasta male: non ho mai trovato prodotti che mi piacevano. Solo una volta sono stata in un hotel splendido a St. Lucia (…sarà questo?) e lì ho rubato (lasciando però una mancia pazzesca!) dei prodotti di una marca che io adoro in formato davvero grande (come i soliti campioncini!). In generale però c’è veramente poco: la maggior parte degli hotel non ha nemmeno i cotton fioc ed è un peccato perché sono dettagli che poi le persone ricordano!

11. Infine… il tuo consiglio per essere sempre perfette?

Non esagerare! È molto più bella la nostra pelle al naturale che coperta. A volte meno vale di più.

[caption id="attachment_12378" align="aligncenter" width="700"]Clio Make Up Artist Clio Make Up Artist[/caption]

Leggete anche…

Le interviste alle fashion blogger Chiara Nasti, Chiara Biasi e al bel Mariano di Vaio!